Pubblicità su Facebook

Creazione inserzioni e gestione budget

Fare pubblicità su Facebook è un buon modo per promuovere un’azienda ed ha costi relativamente più bassi rispetto a Google Ads. Non basta però creare un post e metterlo in evidenza! Il discorso è molto più complesso e deve prevedere la realizzazione di una landing page, la creazione di un annuncio pubblicitario ed uno studio di mercato.
Il servizio utilizzato per la creazione di campagne sul social più famoso al mondo è Facebook Ads.

Pubblicità su Facebook: creazione inserzioni

Creare una o più inserzioni su Facebook non è un compito facile. Bisogna studiare bene il target, il pubblico a cui far arrivare il messaggio in bacheca, e definire un budget utile. Il nostro staff segue delle linee guida già testate che vanno però personalizzate in base al mercato in cui si opera.
La piattaforma Facebook Ads utilizza un modello simile ad altri Pay per Click come Google Ads. La differenza alla base di questo sistema è che il social creato da Mark Zuckerberg non è un motore di ricerca quindi gli utenti non vedono gli annunci a seguito della digitazione di una query ma ricevono direttamente l’offerta sulla propria bacheca.

Pubblicità su Facebook: profilazione utenti

Facebook profila gli utenti in base a:

  • Località: si possono scegliere uno o più luoghi target. Questi dati vengono estratti in base alle dichiarazioni degli utenti quando aprono il proprio profilo. Hai mai fatto caso che sulla pagina personale di ogni utente c’è una tab sulla quale è scritto “Informazioni”? Questo è il modo con cui Facebook profila gli utenti per località.
  • Età: in base al pubblico che si vuole raggiungere si può scegliere un range di età. Il social network estrae questi dati quando l’utente si registra per la prima volta.
  • Sesso: le promozioni possono essere attivate sulle bacheche di uomini, donne o entrambi. Anche questo dato viene estrapolato da Facebook in fase di registrazione.
  • Lingua: in aree in cui coesistono diverse estrazioni culturali si possono inserire più lingue diverse. Il social blu estrae questo dato in base alla lingua utilizzata dall’utente per navigare.
  • Dati demografici: si possono aggiungere al target dei dati che riguardano la persona. Facebook raccoglie questi dati in base a ciò che dichiara l’utente quando crea il suo profilo o in base alle scelte che fa navigando sul social network.
  • Interessi: il social più famoso al mondo li estrae in base ad un algoritmo che analizza la navigazione dell’utente sulla piattaforma. Se, per esempio, io visitassi dieci volte una pagina che parla di “digital marketing” sarei profilato tra coloro che hanno un interesse per il Marketing.
  • Comportamenti: si possono selezionare più comportamenti i base al pubblico target di riferimento. L’estrazione di questi dati è dovuta ad un algoritmo che profila l’utente in base alle azioni che compie sul social network. Ad esempio, se io fossi un amministratore di una pagina Facebook aziendale rientrerei nella categoria di comportamento “Amministratore pagina Facebook aziendale”.

Budget totale o giornaliero da investire

Nella piattaforma ADS, in fase di creazione dell’annuncio, si può specificare anche il budget da dedicare alla campagna. Si può indicare un limite giornaliero oppure budget totale: il costo della campagna dipende dal mercato in cui operiamo.

Quanto costa fare una campagna su Facebook?

L’investimento richiesto va stimato. Non possiamo sapere a priori qual è il costo di una campagna Facebook perché va analizzato il settore merceologico tramite un’indagine di mercato. Sicuramente i costi per clic sono più bassi rispetto a quelli di Google Ads o di altre piattaforme pubblicitarie.

DESIDERO UNA CONSULENZA

Cosa serve per fare una campagna Facebook Ads?

In una strategia di social media marketing ideale non devono venire meno i seguenti elementi:
1. Landing page: si tratta di una pagina web sulla quale atterra l’utente dopo aver cliccato sull’inserzione su Facebook. Questo tipo di pagine sono molto simili ai siti web ma devono essere costruite per “guidare” l’utente verso la conversione. Di solito i siti web sono troppo dispersivi e non sono focalizzati sulla vendita o la lead generation. Con una landing page andiamo a risolvere e a limitare questa dispersione.
2. Immagini/video: non basta avere immagini o video ma bisogna che essi siano di alta qualità ed abbiano qualcosa che attiri l’attenzione. Le media agency come la nostra, spesso realizzano anche questi contenuti. Una bella foto, su cui prevale ad esempio un colore fluo, o un video emozionale sono essenziali per una campagna Facebook.
3. Testi: la comunicazione deve essere coerente alla pagina di atterraggio e guidare l’utente verso il clic.

Facebook Ads: sempre più multicanale

Sulla piattaforma pubblicitaria di Facebook si possono impostare le campagne per essere viste dagli utenti anche su Instagram e Messenger. In base alla tipologia di prodotto o servizio da promuovere/vendere possiamo aggiungere o rimuovere la pubblicazione sugli altri social appartenenti al network di Facebook.

Chi dovrebbe fare pubblicità su Facebook?

Spesso le aziende che intraprendono la scelta di fare autonomamente pubblicità su Facebook falliscono e non ottengono risultati. Il problema si può ricondurre alla non idoneità del modello di business alla rete social.
Gli annunci di Facebook sono un pay per click più simile agli annunci display che agli annunci di ricerca di Google. Dovrebbero essere usati principalmente per la lead generation o per invogliare l’utente a contattare l’azienda che si promuove. Ricordiamoci sempre che le persone non stanno su Facebook per fare acquisti ma per connettersi con i loro amici. Un approccio troppo diretto è controproducente.
Per essere chiari: con la pubblicità su Facebook dobbiamo cercare di stimolare l’utente e invitarlo a conoscere cosa facciamo.

ROI nelle campagne Facebook Ads

Se desideri realizzare un ROI (ritorno d’investimento) positivo devi scegliere un altro sistema Pay per Click come ad esempio Google Ads. Su Google le persone fanno delle ricerche specifiche e sanno già cosa stanno cercando. Su Facebook le persone invece non hanno l’intenzione di comprare ma di creare connessioni con amici, parenti e conoscenti.
Non è sempre vero che Facebook non genera un ROI positivo ma spesso accade. Quindi chi dovrebbe fare campagne di social media marketing? Tutti coloro che vogliono farsi conoscere!

Monitoraggio delle prestazioni

Facebook offre un monitoraggio delle conversioni attraverso un sistema analitico chiamato “Pixel”. Per ogni campagna ci occupiamo anche di monitorare gli utenti ed indirizzare meglio la nostra strategia di social media marketing.
Per monitorare correttamente le prestazioni delle campagne Facebook utilizziamo anche il programma analitico Google Analytics.

Hai già provato Facebook Ads ma sei rimasto insoddisfatto dei risultati? Contattaci per studiare insieme una pubblicità su Facebook utile a migliorare il tuo business.

PRIMA CONSULENZA GRATUITA

* Campo obbligatorio