Blog

08 Nov

Snapchat: una nuova app molto utile ma quanto sicura?

Snapchat è  la nuova applicazione del momento. Un’app che permette di scambiarsi brevi video e foto della durata massima di 10 secondi, i quali vengono cancellati automaticamente al termine della visualizzazione.

Il suo successo di questa applicazione è tale che viene già paragonato a WhatsApp.

Ma come funziona e soprattutto come si usa Snapchat?

Il primo passo da fare è quello di creare un account Snapchat. Introduci poi la tua mail e la tua  password, scegli un nome utente disponibile e sei pronto per inviare foto o video che si autodistruggono

Le foto puoi inviarle solo a coloro che hanno un account, cioè agli utenti che appaiono nella tua lista contatti.

È arrivato il momento di scattare una foto che, prima di essere inviata, puoi anche salvare e modificare disegnandoci sopra. Potrai stabilire per quanti secondi (da uno a dieci) la foto potrà essere visualizzata.

Ora puoi inviare la foto ad uno o più contatti della tua agenda (anche a te stesso).

Chi la riceve potrà decidere quando vederla. Una volta aperta la foto, incomincia il conto alla rovescia. Quando sarà trascorso tutto il tempo di visione stabilito, Snapchat eliminerà l’immagine e tu non potrai più vederla.

Cosa rimane? Soltanto una traccia nello storico che ti dice chi ti ha inviato il messaggio e quando.

E se non la apri mai? Dopo 30 giorni sarà l’algoritmo dell’applicazione a cancellarla dai propri server.

I messaggi spariscono poco dopo essere stati inviati e non c’è la possibilità di salvare quelli importanti che si vogliono conservare.

Questo però non sembra importare molto agli utenti di Snapchat che invece cercano proprio questo carattere effimero nelle loro comunicazioni.

Un carattere però che è stato sfruttato, tra le altre cose, per praticare il sexting.

Snapchat è un programma per inviare immagini con la data di scadenza molto breve. Gli usi potenziali di un programma di questo tipo sono molti, però alcuni di essi stanno avendo molto più successo di altri, spinti anche dal marketing dell’applicazione stessa.

Uno degli usi più frequenti di Snapchat è quello per fare il cosiddetto sexting,  l’invio cioè di messaggi erotici attraverso i cellulari, una pratica che può anche avere delle conseguenze pericolose quali il cyberbullismo.

È quindi sicuro usare Snapchat?

La sicurezza di un programma o di un’applicazione dipende dall’uso che se ne fa.

Questa app è di per sé inoffensiva, anche se con un basso livello di sicurezza dovuto alla mancanza della cifratura e dell’eliminazione dei dati in maniera sicura.

Il pericolo maggiore nell’usare Snapchat deriva dal suo cattivo uso dovuto spesso all’inesperienza e all’impulsività.

Consigli utili per utilizzare l’app in sicurezza

  • Usa l’app soltanto se sei maggiorenne
  • Non inviare mai immagini o video ad uno sconosciuto
  • Blocca le persone che ti inviano messaggi offensivi
  • Nelle impostazioni seleziona l’opzione per ricevere foto solo da amici e persone che conosci
  • Non comunicare i tuoi dati personali in nessun caso
  • Se sei vittima di cyberstalking, sporgi denuncia

È fondamentale essere coscienti della propria identità online e di come gli smartphone possano complicarne la gestione.

L’uso di qualsiasi programma presuppone che si sappia quello che si sta facendo e quali possano essere le conseguenze.

Nel dubbio, la cosa migliore da fare è quella di fermarsi, riflettere e domandare.

E tu conosci bene Snapchat? Sei a conoscenza della sicurezza?

Articoli correlati

Lascia un commento